Papa Francesco, 51 anni di sacerdozio e compleanno in una sola settimana

Il 13 dicembre Jorge Mario Bergoglio ha ricordato la sua ordinazione a 33 anni (l’età cui Gesù fu crocifisso). Mentre il 17 compirà 84 anni.

Papa Francesco celebra due anniversari in soli quattro giorni. Il pontefice ha celebrato infatti il 13 dicembre 51 anni di sacerdozio, mentre giovedì, 17 dicembre, compirà 84 anni. Come ricorda Vatican news, Jorge Mario Bergoglio è stato ordinato presbitero dopo 11 anni di studi nel 1969, a pochi giorni dal suo 33esimo compleanno (l’età cui Gesù Cristo fu crocifisso).

Il racconto della sua vocazione – La vocazione di Francesco avvenne il 21 settembre 1953, giorno della memoria liturgica di san Matteo, l’apostolo pubblicano chiamato da Gesù Cristo mentre stava riscuotendo le tasse. Jorge Mario Bergoglio, 16 anni, avvertì la necessità di confessarsi passando davanti alla sua parrocchia. Trovò un prete che non conosceva e quel momento gli cambiò la vita.

Passando, Gesù vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle
imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì

“Dopo la Confessione non ero lo stesso” – Nel 2013, papa Francesco ha raccontato la sua scelta di vita – “vocazione” per i cristiani – alla veglia di Pentecoste (che ricorda la discesa dello Spirito Santo sugli apostoli) in piazza San Pietro. Erano presenti i movimenti, le nuove comunità, le associazioni e le aggregazioni laicali.

Questa è stata per me un’esperienza di incontro: ho trovato che qualcuno mi aspettava. Ma non so cosa sia successo, non ricordo, non so proprio perché fosse quel prete là, che non conoscevo, perché avessi sentito questa voglia di confessarmi, ma la verità è che qualcuno m’aspettava. Mi stava aspettando da tempo. Dopo la Confessione ho sentito che qualcosa era cambiato. Io non ero lo stesso. Avevo sentito proprio come una voce, una chiamata: ero convinto che dovessi diventare sacerdote

Il motto papale “Miserando atque eligendo” – Questo episodio ha ispirato la scelta del motto di Bergoglio da vescovo e da Pontefice: “miserando atque eligendo”. La frase è tratta dalle Omelie di San Beda il Venerabile, benedettino inglese vissuto tra il VII e l’VIII secolo. Beda, commentando l’episodio evangelico della vocazione di san Matteo, scrive: “Vidit ergo lesus publicanum et quia miserando atque eligendo vidit, ait illi Sequere me” (Vide Gesù un pubblicano e siccome lo guardò con sentimento di amore e lo scelse, gli disse: Seguimi).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...